sabato 1 dicembre 2007

MORTE AI SUV, POTERE AL POPOLO


"E' un provvedimento ideologico" sentenziava ieri un mio collega circa la decisione del sindaco di Brunate, Darko Pandakovic, di vietare ai Suv il transito sulle stradine del paesello sopra Como.

"Ideologico in che senso?", gli ho chiesto io, ricordandogli che il Pandakovic comanda a Brunate sotte le insegne di Forza Italia. Cioè, se il primo cittadino sta difendendo un'ideologia, di quale si tratta? Non sapevo che Berlusconi odiasse i gipponi!
Il fotografo che era con il collega si è premurato di rivelarmi un retroscena scabroso: "Guarda che Pandakovic - mi ha detto quasi sottovoce a sostegno dell'ipotesi ideologica - in privato si professa di estrema sinistra!"
Caspita, ho pensato. (Vabbè, l'esclamazione era un'altra).
Uno stalinista è riuscito a fregare tutti i brunatesi che, convinti di eleggere un paladino della libertà, si sono messi alla guida un trinariciuto.
Al di là delle battute, ho voluto raccontare questo episodio per ribadire una cosa semplice: diffidate dai cronisti che sembrano avere la verità in tasca. Quasi sempre quella verità è un mero pregiudizio. E col pregiudizio si può far tutto, tranne che raccontare le storie della vita. Che, poi, è il nostro lavoro.


P.S. A me, che non sono di Forza Italia, comunque, l'idea di "segare" i Suv sembra un po' demagogica.

3 commenti:

valentina orsucci ha detto...

ma come ci passavano i suv per le stradine di montagna?
io i suv li odio, ma uno che si è preso casa lì e ha un suv, che fà??

Marco ha detto...

La lista Brunate insieme di sicuro non era di Forza Italia, come schieramento indicato al momento delle elezioni era centro-sinistra.
L'ordinanza prevede che i SUV acquistati entro il 29 febbraio 2008 possano ottenere la deroga alla circolazione. E inaggiunta non tutti i SUV sono soggetti alle restrizioni

franca l ha detto...

A Brunate i suv hanno anche un significato(baite, sentieri..) E' in piazza Cavour che non li capisco