venerdì 18 gennaio 2008

L'IPERPRESENTE

Davvero la rete ci sta ammorbando in uno stato di "iperpresente" (definizione di Luca De Biase)?

Siamo talmente concentrati su ciò che accade così rapidamente, anche tra noi, che non riusciamo a capire quali siano le conseguenze dei nostri piccoli e grandi gesti?


Cosa ci guida, se c'è qualcosa, nella nostra immersione via blog?


Oppure, ogni volta, è soltanto un tuffo?

0 commenti: