giovedì 25 ottobre 2012

Grazie-a-dio ci sono i vigili urbani



Grazie-a-dio ci sono i vigili urbani di Como a salvarci dai banditi più spietati.
È dell’altro giorno la notizia che un venditore abusivo di rose (chi non si è mai spazientito al ristorante per l’insistenza di questi feroci criminali?) è stato pizzicato dai nostri valorosi “ghisa” ed è stato multato con ben 3mila euro di ammenda. Le mani, dovevano tagliarli. Altro che multa!
Due giorni fa, poi, una mia amica è incappata in un posto di blocco (l’assetto prediletto dai dinamicissimi agenti della polizia locale) e si è resa conto di non aver pagato l’assicurazione dell’auto. Ma vi rendete conto? Una pazza, una pericolosa e criminale! Pure lei! Bene han fatto a sequestrarle l’auto (attrezzata per il trasporto della figlia disabile e unico mezzo a sua disposizione) e a spararle 800 euro di multa, cui si sono aggiunti altri 200 euro di carro attrezzi.
Eh sì, cara la mia cocca. Me ne frego se sei una mia amica: sei stata sbadata? Paghi!
Davvero, dopo questi due episodi mi sento decisamente meglio.
E chissenefrega, in fondo, se poi la sera il centro storico è terra di scorribande di ragazzetti con l’hobby del vandalismo e dell’alcolismo molesto. Quelli posiamo tranquillamente tollerarli. Infatti, dopo le 20, non vedi in giro un vigile manco a pregare la Madonna. 
Oh, mica tutti i vigili sono zelanti e pronti a tutto, purtroppo. Qualcuno che si nasconde ancora dietro alla trita e ritrita scusa del “buonsenso”, ahimè, c’è ancora. Anzi, le mammolette sono ancora la maggior parte di loro, temo.
Ma, per fortuna, ci sono di quei duri, ragazzi. Gente che non guarda in faccia a nessuno. Soprattutto agli omini delle rose e alle donne sbadate (furfanti della peggior specie). 
Giuro, mi sento benissimo. Sicuro, tutelato, confortato dalla stoica presenza del corpo della polizia municipale, mirabilmente condotto da anni dal comandante Vincenzo Graziani.
Come dite? Quello imputato nel processo per un concorso (dei vigili) truccato? Sì, proprio lui. Eh vabbe’, starete mica a guardà tutto? 

Nessun commento: