domenica 4 novembre 2012

Como guadagna Malpensa. E pure due duomi

Foto tratta da Varesenews.it



Oggi il quotidiano La Provincia ci suggerisce questa suggestione:

Con la nuova provincia

Como guadagna Malpensa

Malpensa Una rivalsa della storia che per Como arriva sulle ali degli aerei: Como avrà un aeroporto. Anzi, molto di più, un hub intercontinentale, Malpensa. 
È uno degli effetti della "grande provincia", composta dai territori di Como, Lecco e Varese, la provincia storica che torna com'era prima del 1927. In quell'anno, Varese si staccò da Como ed andò per conto suo.
Adesso, è di nuovo matrimonio e la dote della riunificazione consiste, tra l'altro, nell'aeroporto della Malpensa che dunque apparterrà alla provincia di Como.Una rivalsa della storia, appunto, se così si vuol chiamare, benché non sia il caso, in quanto la Provincia vasta rappresenta una  grandissima sfida per un futuro con meno sprechi e più efficienza dei servizi.
Ma per molti anni, amministrazione provinciale e Camera di Commercio di Como chiesero di partecipare da protagonisti e non da oggetti marginali di indotto al "piano d'area" di Malpensa, voluto dalla Regione nel 1999, con validità per dieci anni, prorogabile”.

Vabbè, allora, visto il tenore del dibattito, diciamo che Como guadagna pure il duomo di Varese e quello di Lecco.
Malpensa era un Hub internazionale anche nella provincia di Varese. Se da queste parti avessimo trovato il modo per sfruttarlo meglio (invece è stato declassato), nessuno lo avrebbe impedito.
Circa il concetto di “guadagno” derivante della presenza dell’aeroporto, basta farsi un giretto tra i capannoni semideserti adibiti a parcheggi per gli utenti per avere un’idea della crisi e della desolazione in cui versa lo scalo intercontinentale.

Cioè, di queste “rivincite della storia”, ne faremmo francamente a meno.



Nessun commento: