giovedì 8 novembre 2012

La Protezione civile lancia l'ennesimo allarme. Le luminarie natalizie sono a rischio!


Le striminzite luminarie di Como (foto tratta da Portaledicomo.it)

Anche quest’anno siamo alle solite: le luminarie natalizie sarebbero “a rischio”, causa la scarsa adesione all’iniziativa della loro installazione da parte dei commercianti.
Ora, sorvolando sulla taccagneria ormai cronica dei negozianti della città, e capendo bene che stiamo parlando di un evento meramente simbolico e scenografico, mi pongo e pongo qualche cortese domanda.

Le luminarie natalizie, specie quelle degli ultimi anni, sono poi così belle?
Secondo me, no.

Contribuiscono in maniera determinante a restituire alla gente, distratta per undici mesi e 23 giorni all’anno, un minimo di serenità e spensieratezza?
Secondo me, no.

Rendono il centro cittadino sensibilmente migliore dal punto di vista del decoro e dell’atmosfera complessiva?
Secondo me, no.

Hanno un ruolo fondamentale in chiave religioso-spirituale nelle coscienze di credenti e non credenti?
Secondo me, no.

Insomma, secondo me, sempre secondo me, e capisco la si possa vedere anche diversamente, le luminarie natalizie sono un ottimo strumento per incentivare le vendite. Il che, ovviamente, non è né blasfemo, né moralmente eccepibile. Semplicemente, se i negozianti comaschi non intendono tirar fuori pochi euro per averle sulla propria via, significa che non servono molto nemmeno a quello.

Morale: le luminarie sono a rischio? Echissenefrega.

   

Nessun commento: